timone d'oro

XIII Trofeo Arnaldo Carofiglio “Timone d’Oro”

A seguito della constatazione di alcune importanti coincidenze nella data da noi prevista per lo svolgimento del XIII Trofeo Timone d’Oro “Arnaldo Carofiglio”,  è stato necessario dover rinviare al 20 NOVEMBRE la suddetta regata.

BANDO DI REGATA

  1. CIRCOLO ORGANIZZATORE:
    Circolo della Vela Bari
    P.zza IV novembre 2 – Bari
    Tel: 080/5216234, Fax: 080/5225345, Mail:
    cvbari@tin.it
    Sito
    : www.circolodellavelabari it

  1. PROGRAMMA: la partenza avverrà per tutte le imbarcazioni domenica 20 novembre 2016 alle ore 11,00.

  1. LOCALITA’ E PERCORSO: La regata avrà, per tutte le imbarcazioni, un percorso a boe fisse con partenza dallo specchio acqueo antistante il lungomare Sud di Bari.

  1. AMMISSIONE: Sono ammesse a partecipare tutte le imbarcazioni monoscafo a vela con lunghezza fuori tutto superiore a 5,95 m e con motore entro o fuori bordo efficace ed efficiente, che soddisfino le prescrizioni indicate nel presente Bando di Regata; esse saranno suddivise in raggruppamenti in base alla lunghezza fuori tutto (LFT). La lunghezza fuori tutto deve essere dichiarata dall’armatore o dal suo rappresentante all’atto della iscrizione ed è definita come la lunghezza dello scafo secondo la regola D3.1 dell’Equipment Rules of Sailing ISAF 2013-2016, ed esclude timone, bompresso,tangone, pulpiti ed altre attrezzature sporgenti lo scafo.

  1. REGOLE E REGOLAMENTI:

    1. Regolamento di Regata 2013-2016;

    2. Le presenti disposizioni e successive comunicazioni del Comitato di Regata;

    3. Dotazioni di sicurezza come da normativa di legge per la navigazione da diporto;

    4. ISAF Offshore Special Regulation – per la categoria 4;.

Non saranno applicate le prescrizioni nazionali previste nella Normativa FIV 2016 per la vela di Altura.

  1. TESSERAMENTO: La regata è aperta a tutti i concorrenti in regola con il Codice di eleggibilità ISAF, i concorrenti italiani devono essere in possesso della tessera FIV valida per l’anno in corso.

  1. ISCRIZIONI: Sarà possibile preiscriversi inviando a mezzo E-mail o Fax l’apposito modulo, la lista dell’equipaggio.

Le iscrizioni, per essere valide, dovranno essere formalizzate presso la Segreteria Nautica del Circolo della Vela Bari dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 18,00 del 19 novembre 2016 consegnando:

  • Modulo di iscrizione compilato e sottoscritto;

  • Lista equipaggio completo di copia delle tessere Fiv;

  • Copia della polizza assicurativa RCT;

  • Tassa di iscrizione € 35,00.

  1. DIVISIONE IN CATEGORIE:

  • ALPHA fino a 8.50 mt;

  • BRAVO da mt 8.51 a mt 10.00;

  • CHARLIE da 10.01 mt a 11.20 mt;

  • DELTA da 11.21 mt a 12.50 mt;

  • ECHO da mt 12.51 a mt 13.50;

  • FOXTROT da mt 13.51 a mt 15.00;

  • GOLF da mt 15.01 a mt 17.50;

  • HOTEL oltre 17.50.

  1. CLASSIFICHE: Al fine delle classifiche saranno definiti gli eventuali raggruppamenti la cui composizione sarà determinata dal Comitato Organizzatore in relazione agli iscritti per ciascuna categoria a proprio insindacabile giudizio e tale decisione non potrà essere oggetto di richiesta di riparazione ciò modifica la RRS 60,1 b

Un comunicato verrà esposto due ore prima della partenza in modo che i partecipanti possano prendere visione del loro raggruppamento e dell’elenco iscritti.

Saranno compilate le classifiche in base ai raggruppamenti così come definiti dal Comitato di Regata.

  1. ISTRUZIONI DI REGATA: Saranno a disposizione dei concorrenti dalle ore 10.00 di sabato 19 novembre 2016 e consegnata all’atto della formalizzazione dell’iscrizione.

  1. PREMIAZIONE E PREMI: La premiazione si terrà presso la sede del Circolo della Vela Bari il 20 novembre 2016 alle ore 18.00. Sarà premiato il Timoniere 1° classificato in Tempo Reale di ogni raggruppamento. Il Trofeo ” A. Carofiglio” sarà assegnato al Timoniere 1° classificato in Tempo Reale nel raggruppamento con maggior numero di iscritti.

  1. PUBBLICITA’: Una barca e il suo equipaggio devono attenersi alla Regulation 20 ISAF, Codici per la Pubblicità. Il Comitato Di Regata può richiedere che tutte le imbarcazioni espongano una o più bandiere degli sponsor della manifestazione e/o degli adesivi su ogni lato della prua per tutta la durata della manifestazione. La mancanza di esposizione sarà oggetto di penalizzazione. Le bandiere e gli adesivi saranno forniti dall’organizzazione.

  1. RESPONSABILITÀ: I partecipanti alla Regata di cui al presente Bando di Regata, prendono parte alla stessa sotto la loro piena ed esclusiva responsabilità, i Concorrenti sono gli unici responsabili per la decisione di prendere parte o di continuare la regata. Gli Organizzatori declinano ogni qualsiasi responsabilità per danni che possono subire persone e/o cose, sia in terra che in acqua, in conseguenza della loro partecipazione alla regata di cui al presente Bando di Regata. È competenza dei Concorrenti decidere in base alle loro capacità, alla forza del vento, allo stato del mare, alle previsioni meteorologiche ed a tutto quanto altro deve essere previsto da un buon marinaio, se uscire in mare e partecipare alla regata, di continuarla ovvero di rinunciare.

  1. INFORMAZIONI: Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Circolo della Vela Bari o il visitare il sito www.circolodellavelabari.it.it.

Il Comitato Organizzatore

VAI ALLA PAGINA DELLA REGATA

squadra-cvbari_web

Campionato Italiano Classi Olimpiche

CAMPIONATO ITALIANO CLASSI OLIMPICHE

CIRCOLO DELLA VELA BARI 4° POSTO NELLA CLASSIFICA DELLE SOCIETA’ 

SIMONE FERRARESE 2° POSTO NEL FINN 

GIORGIO E FRANCESCO PANTZARTZIS 4° POSTO NEL 49ER

FABRIZIO SALATINO E ANDREA DI LORETO 16° POSTO NEL 470

ANGELO OSTUNI 30° POSTO NEL LASER STANDARD

 

 

Il CV Bari ha conquistato il 4°posto nella classifica delle società al Campionato Italiano Classi Olimpiche organizzato dalla Federazione Italiana Vela e dal Circolo Nautico Caposele con il supporto della IV Zona FIV che da oltre 20 anni ha deciso di creare un’olimpiade della vela italiana accorpando i campionati Italiani delle classi olimpiche in un’unica sede.

Un risultato importante e fortemente cercato in questi ultimi quattro anni con il duro e intenso lavoro quotidiano che ha coinvolto tutto il consiglio direttivo e i soci del Circolo della Vela Bari, gli atleti e i loro istruttori.

Dieci le classi olimpiche in gara (470 M, 470 F, Laser Standard, Laser Radial, Nacra 17, 49er, 49er FX, RS:X M, RS:X F e Finn)e una Paralimpica (2.4 mR) con 185 equipaggi, tra cui anche gli azzurri reduci dalla spedizione olimpica azzurra a Rio de Janeiro (assenti il duo Giulia Conti – Francesca Clapcich (49er FX) e Flavia Tartaglini (tavola a vela RS:X) che hanno annunciato il ritiro dalle classi olimpiche).

Sei gli atleti del CV Bari che hanno preso parte al CICO confrontandosi con alcuni dei più grandi campioni del Paese ottenendo non poche soddisfazioni sui campi di regata del golfo di Gaeta. Al termine delle quattro giornate di regate un solo podio per il CV Bari conquistato con Simone Ferrarese, 2° in classe Finnquarto posto (il terzo è stato assegnato a pari merito) invece per Giorgio e Francesco Pantzartzis nel 49er.
Buoni, per quanto lontani dal podio, i risultati di Fabrizio Salatino e Andrea Di Loreto 16°posto nel 470 e Angelo Ostuni, 30° in Laser Standard.

I titoli assoluti nelle varie categorie sono andati a: Giorgio Poggi (singolo Finn, Fiamme Gialle), Daniele Benedetti (tavola a vela RS:X M, Fiamme Gialle), Marta Maggetti (tavola a vela RS:X F, Fiamme Gialle), Francesco Marrai (singolo Laser Standard, Fiamme Gialle), Valentina Balbi (singolo Laser Radial, YC Italiano), Stefano Maurizio (singolo paralimpico 2.4 mR, Compagnia della Vela Venezia), Francesco Porro-Laura Marimon Giovannetti (catamarano per equipaggi misti Nacra 17, CC Aniene), Luca Dubbini-Giacomo Cavalli (49er, GS Marina Militare-CV Gargnano), Maria Ottavia Raggio-Paolo Bergamaschi (49er FX, CV La Spezia-SC Garda Salò), Simon Sivitz Kosuta-Jas Farneti (470 M, YC Cupa), Benedetta Di Salle-Alessandra Dubbini (470 F, YC Italiano-CV Toscolano Maderno).

A Di Salle-Dubbini (470), Valentina Balbi (Radial), Matteo Evangelisti (RS:X) e Nicolò Villa (Standard) sono andati i titoli Italiani Juniores, mentre per quanto riguarda la speciale classifica riservata ai circoli, con in palio un montepremi totale di 33.000 euro (10.000 al primo classificato), il successo è andato alla Sezione Vela delle Fiamme Gialle, il Gruppo Sportivo della Guardia Di Finanza, con secondo posto per il Circolo Canottieri Aniene e terzo per lo Yacht Club Italiano.

“Mi ha fatto molto piacere vedere così tanti giovani in acqua, a conferma che il lavoro di programmazione svolto sia dalla Federazione che da i singoli circoli, la maggior parte dei quali sempre al fianco degli atleti grazie a degli sforzi enormi, sta finalmente pagando”ha commentato il Vice Presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre.

A seguire tutti i risultati finali, classe per classe (classifiche complete su www.cncaposele.it/it/cico2016).

Tavola a vela RS:X M (dopo sette prove) 1.Daniele Benedetti (Fiamme Gialle, 7); 2.Mattia Camboni (Fiamme Azzurre, 12); 3.Matteo Evangelisti (LNI Civitavecchia, 22).

Tavola a vela RS:X F (dopo sette prove) 1.Marta Maggetti (Fiamme Gialle, 57); 2.Veronica Fanciulli (CS Aeronautica Militare, 58); 3.Giorgia Speciale (SEF Stamura, 63).

470 M (dopo cinque prove) 1.Sivitz Kosuta-Farneti (YC Cupa, 5); 2.Capurro-Puppo (YC Italiano, 13); 3.Ferrari-Calabrò (LNI Ostia, 13).

470 F (dopo cinque prove) 1.Di Salle-Dubbini (YC Italiano-CV Toscolano Maderno, 10); 2.Marchesini-Fedel (SV Barcola Grignano-Sirena CN Triestino, 22); 3.Berta-Carraro (CC Aniene-CS Aeronautica Militare, 24).

Finn (dopo cinque prove) 1.Giorgio Poggi (Fiamme Gialle, 7); 2.Alicon Kaynar (TUR, 10); 3.Simone Ferrarese (CV Bari, 12); 4.Alessio Spadoni (CC Aniene, 13).

Laser Standard (dopo cinque prove) 1.Francesco Marrai (Fiamme Gialle, 11); 2.Giovanni Coccoluto (Fiamme Gialle, 12); 3.Marco Gallo (Fiamme Gialle, 28).

Laser Radial (dopo quattro prove) 1.Valentina Balbi (YC Italiano, 8); 2.Carolina Albano (CV Muggia, 8); 3.Silvia Zennaro (Fiamme Gialle, 9).

Nacra 17 (dopo cinque prove) 1.Porro-Giovannetti Marimon (CC Aniene, 6); 2.Bissaro-Sicouri (Fiamme Azzurre, 8); 3.Tita-Banti (Fiamme Gialle-CC Aniene, 10).

49er (dopo sei prove) 1.Dubbini-Cavalli (GS Marina Militare-CV Gargnano, 9); 2.Crivelli Visconti-Togni (CRV Italia-GS Marina Militare, 10); 3.Janezic-Podlogar (SLO, 18); 4.Pilati-Rubagotti (FV Malcesine, 18).

49er FX (dopo sei prove) 1.Raggio-Bergamaschi (CV La Spezia-SC Garda Salò, 7); 2.Volpi-Genesio (CN Loano, 9); 3.Gallinaro-Comini (FV Riva, 15); 4.Gambarin-Gambarin (CV Arco, 15).

Singolo Paralimpico 2.4 mR (dopo otto prove) 1.Stefano Maurizio (Compagnia della Vela Venezia, 19); 2.Nicola Redavid (LNI Milano, 19); 3.Mario Gambarini (LNI Mandello del Lario, 21).

 

 

Ufficio stampa Circolo della Vela Bari

squadracvbari

X TROFEO CHALLENGE “Pino Carabellese”

X Trofeo “Pino Carabellese”

Campionato Zonale classe Optimist

IL CV BARI FA PIAZZA PULITA DI PREMI

 

Sei belle prove (tre per i Cadetti e tre per gli Juniores) hanno caratterizzato il X Trofeo Pino Carabellese messo in palio dalla famiglia Carabellese e organizzato dal Circolo della Vela Bari.

A dispetto di tutte le previsioni meteo che davano venti dai quadranti meridionali, i 49 atleti classe optimist arrivati a Bari da tutta la Regione per la chiusura della stagione agonistica di classe hanno regatato con un vento oscillante da nord-nord ovest tra i 7 e gli 8 nodi che ha messo a dura prova le scelte strategiche dei concorrenti.

Al termine delle prove il CV Bari ha fatto la parte del leone conquistando cinque posti su sei nelle due categorie. Tra gli Juniores infatti il primo posto è andato a Domenico Palumbo (CV Bari), seguito da Claudia Quaranta (CV Bari), prima tra le ragazze; e da Alfonso Palumbo (LNI Trani).

Tra i Cadetti, invece, il podio è stato interamente colorato dai colori del CV Bari con Paolo Pettini, Gabriele Amodio e Gabriele Porcelli, rispettivamente al primo, secondo e terzo posto. Prima tra le ragazze (e sesta in classifica generale) è Francesca Liseno (LNI Trani). Primo tra i cadetti classe 2007, invece, è Goffredo Giulio (CC Barion).

 

Il Trofeo Carabellese ha come sempre segnato la conclusione del campionato zonale Optimist che ha visto trionfare per quest’anno il CV Bari sia nella categoria Juniores con Domenico Palumbo, sia nella categoria Cadetti con Paolo Pettini.

Con il Trofeo dedicato alla memoria del grande appassionato di navigazione a vela e mare si conclude una stagione ricca di soddisfazioni per la squadra Optimist del Circolo che è riuscita a primeggiare su quasi tutti i campi di regata con una squadra affiatata e in continua crescita.

 

“Un pensiero particolare va agli atleti che con oggi salutano la classe optimist barca con la quale hanno iniziato a navigare, a regatare e a girare per i campi di regata – commenta il tecnico Beppe Palumbo -. Per loro: Elisabetta di Leo, Marco Corrado, Matteo Catalano, Ludovica Loconsole ed Elisabetta Magaletti, da domani comincia una nuova avventura su barche decisamente più impegnative ma anche più divertenti. A loro, e a tutti gli atleti del CV Bari auguro sempre di aver buon vento”.

 

Ufficio stampa Circolo della Vela Bari


 

CLASSIFICA JUNIORES

CLASSIFICA CADETTI

Manifesto Barinvela 2016

Barinvela 2016

Per il quinto anno consecutivo il Circolo della Vela Bari organizza “Bari in Vela” in collaborazione con la Federazione italiana Vela – VIII Zona e il Coni.

Si tratta di una manifestazione che trova il proprio epilogo nella discesa a mare, per una regata, di barche di tutte le classi, ma non riveste esclusivamente un carattere sportivo accompagnandosi con una serie di iniziative culturali, artistiche, sociali e di solidarietà che si svilupperanno nell’arco della settimana che va dal 17 al 25 settembre, onde rinnovare quel rapporto tra la città ed il mare, a lungo dimenticato.

La regata si svolgerà domenica 25 settembre con partenza alle ore 11. Il campo di gara, con percorso su boe fisse, sarà allestito nello specchio d’acqua antistante il lungomare sud di Bari. Tra i partecipanti ci saranno imbarcazioni degli Ordini Professionali e Associazioni di Categoria, ed anche una imbarcazione con un equipaggio composto da quattro utenti del Centro di Salute Mentale di Bari, a conclusione di un progetto terapeutico riabilitativo attraverso l’attività velica.

Per promuovere l’avvicinamento al maredel maggior numero di persone possibile vorremmo inoltre offrire la possibilità di salire a bordo di ogni tipo di imbarcazione, anche a motore, da trasformare per l’occasione in spalti a mare per il pubblico. Per organizzare tutto nel miglior modo ti invitiamo a far pervenire il prima possibile la tua adesione mettendo a disposizione la tua imbarcazione e di prenotarti alla segreteria del Circolo della Vela.

Oltre alla regata sono in programma anche una serie di appuntamenti per promuovere la cultura del mare, la pratica dello sport velico non solo come disciplina sportiva ma anche come strumento di terapia e cura della persona e dell’ambiente:

- 14 settembre ore 11 conferenza stampa di presentazione di “Bari in vela 2016″ – Fiera del Levante (luogo da definire);

- 17 settembre ore 20.30 concerto dell’orchestra di bambini MusicaIngioco del M° Andrea Gargiulo, per superare il disagio sociale, culturale, la disabilità – Sagrato della Basilica di San Nicola;

- 19 settembre ore 10 Giornata di sensibilizzazione ambientale sul mare con Rosalba Giugni, convegno in collaborazione con Marevivo – Camera di Commercio di Bari;

- 22 settembre ore 20 Festa del Mare per raccogliere le iscrizioni alla regata – Molo Borbonico;

- 25 settembre ore 11 – REGATA BARI IN VELA, aperta a tutte le imbarcazioni a vela, per partecipare è necessario essere in possesso della tessera Fiv

- 29 settembre ore 20 premiazione regata ed estrazione del montepremi

Con l’iniziativa “Fondali puliti”, inoltre Bari in Vela sostiene una prima pulizia dei fonali del porto vecchio di Bari. Venti sommozzatori dell’associazione Sommozzatori di Bari si immergeranno per ripulire i fondali e smaltire i rifiuti secondo le normative vigenti.

Infine, per rendere più attraente questa edizione di Bari in Vela, tra tutti coloro che avranno effettivamente partecipato alla regata, si svolgerà l’estrazione a sorte di un importante e prestigioso montepremi messo a disposizione dagli sponsor. Tra i premi più prestigiosi una autovettura Ford Ka 5 porte, un gioiello Horus, ed orologi di alta precisione Nautica.

Tutti i dettagli relativi alla regata del 25 settembre li potrai trovare sul bando di regata in allegato. Ti aspettiamo! Facciamo del Bari in Vela la Barcolana del Sud. Buon vento!

Il Presidente

Simonetta Lorusso

BANDO, ISTRUZIONI E COMUNICATI

Manifesto Barinvela 2016

Conferenza Stampa Barinvela 2016

CONFERENZA STAMPA

14 settembre 2016 – ore 11 – PugliaPromozione – Fiera del Levante

 

PRESENTAZIONE – “BARI IN VELA” – V EDIZIONE

 

Il Circolo della Vela Bari presenta la quinta edizione di “Bari in Vela”.
La manifestazione sportiva, realizzata in collaborazione con la Federazione italiana Vela – VIII Zona e il Coni, quest’anno si arricchisce dal 17 al 25 settembre, di numerose iniziative artistiche, sociali e di solidarietà legate al mare e che prepareranno la città alla grande regata di domenica 25 settembre.

 

Tutti i dettagli saranno presentati in conferenza stampa il 14 settembre alle ore 11 nella sede di PugliaPromozione, (pad. 172 Fiera del Levante – Bari)

 

Intervengono

Simonetta Lorusso, presidente del Circolo della Vela Bari

Alfredo de Liguori, responsabile marketing PugliaPromozione

Elio Sannicandro, presidente Coni Puglia
Alberto Lategola, presidente della VIII Zona – Federazione italiana Vela

Pietro Petruzzelli, assessore allo Sport e Ambiente Comune di Bari

Giuseppe Russo, presidente sezione nautica Circolo della Vela Bari
Michele Corriero, presidente comitato regionale Unicef

Padre Ciro Capotorto, priore della Basilica di San Nicola

 

 

 

Ufficio stampa Bari in Vela

img-20160909-wa0041-3

Campionati Giovanili di Vela

CAMPIONATI GIOVANILI DI VELA

I RISULTATI DEL CIRCOLO DELLA VELA BARI

OPTIMIST E LASER

 

Si sino svolti a Trieste i campionati giovanili U12-16-19. Teatro della Coppa PrimaVela per gli U12 la Stazione Marittima adiacente Piazza Unità d’Italia, con la bora triestina che ha reso estremamente complicate le due giornate di prove realizzate (tre le previste) con oscillazioni e variazioni di intensità che hanno messo a dura prova la strategia degli atleti. Tre gli atleti del CV Bari (Paolo Pettini, Alberto Divella e Gabriele Amodio) selezionati per partecipare alla Coppa del Presidente, riservata ai nati nel 2005, e uno (Pietro Paolo Semeraro) per la Coppa Cadetti, riservata ai nati nel 2006.
Bene Paolo Pettini che si è classificato al 4° posto a soli 4 punti dal podio, conquistando comunque un bel finale di stagione con tanto di convocazione nel Gruppo Agonistico Nazionale Cadetti. 36° Alberto Divella che ha dimostrato di non trovarsi a proprio agio con le condizioni di Trieste. Destino comune per Gabriele Amodio e Pietro Paolo Semeraro scivolati in fondo alle rispettive classifiche per le penalità acquisite con due partenze anticipare.

Archiviata la Coppa Primavela 2016 la carovana si è spostata a Muggia, al confine con la Slovenia per il Campionato Nazionale U16 e U19. Ben 11 gli atleti selezionati tra Optimist (Domenico Palumbo, Claudia Quaranta, Gigi Mancini, Elisabetta di Leo, Augusta Carbonara.) e Laser (Martino Pettini, Ernesto Natuzzi, Ferdinando Conte, Ciro Basile, Angelo Ostuni e Alessandro Lucente) per il Circolo della Vela.

Sul campo Optimist sono state portate a termine 6 prove, 3 nell’ultima giornata. Un campionato caratterizzato dall’elevato numero penalità per partenze anticipate, oltre 90 anche per via della linea di partenza non perfettamente posizionata. Su 140 selezionati gli atleti del CV Bari hanno chiuso con il 26° posto di Domenico Palumbo e il 31° di Claudia Quaranta, 6ª femminile che le ha consentito di entrare nel GAN Gruppo Agonistico Nazionale risultando tra l’altro l’unica ragazza nata nel 2004, cioè tra i più piccoli della categoria Juniores. Per gli altri risultati altalenanti hanno compromesso la classifica finale, anche se per tutti si è trattato di un ulteriore dimostrazione di crescita e di maturità portando a casa un bagaglio ancor più ricco di esperienza.

Nessun risultato di rilievo anche per i laser dove un campo di regata complicato con vento estremamente irregolare sia come intensità sia come direzione ha condizionato le prestazioni dei ragazzi.
Nei 4.7 U16 su 104 partecipanti Martino Pettini ha condotto ottime prove pur tuttavia non riuscendo a conquistare il podio. Avrebbe potuto classificarsi tra i primi cinque ma a causa di due prove sbagliate e un solo scarto a disposizione ha chiuso la gara all’11° posto seguito da Ernesto Natuzzi (14°) e Ferdinando Conte (55°).  Nei laser radial under 19 invece su 102 partecipanti il CV Bari ha chiuso al 18° posto con Ciro Basile seguito da Angelo Ostuni (31°) e Alessandro Lucente (78°).

 

Ufficio stampa Circolo della Vela Bari

CiroBasile-1

Mondiale Laser Radial

CIRCOLO DELLA VELA
MONDIALE RADIAL
CIRO BASILE 69° SU 232 PARTECIPANTI (11° TRA I 60 U17)

Sessantanovesimo su 232 partecipanti. È questo il piazzamento che Ciro Basile, atleta del Circolo della Vela Bari è riuscito ad ottenere al mondiale laser appena conclusosi in Irlanda. Undicesimo tra i circa 60 U17, Ciro ha regatato nelle due giornate finali in classe silver non riuscendo a conquistare il pass per entrare nella gold, anche se per pochi punti. Non pochi i rammarichi per le prime due prove di qualifica in cui Ciro ha ottenuto dei piazzamenti al di sotto delle aspettative compromettendo così la sua prestazione. “Dopo le prime due prove non certo brillanti – commenta il tecnico Valeria Di Cagno – Ciro ha iniziato a regatare bene, ma purtroppo è estremamente difficile recuperare in gare come questa. Ad ogni modo – prosegue – per me è stato bravo in un campo difficilissimo, con corrente molto forte e vento estremamente instabile sia come direzione (salti anche di 40 gradi), sia come intensità con variazioni da 4 a 7 nodi, tranne un giorno in cui il vento è arrivato a 15 nodi”.

Condizioni, quelle in cui si è trovato a regatare Ciro che non sono certo quelle “abituali” per i velisti italiani, anche se questa non suona assolutamente come una giustificazione per gli errori commessi. Una regata che tuttavia – ne è convinta la Di Cagno – servirà al velista del CV Bari come esperienza per affrontare tra una settimana l’Europeo a Tallin, in Estonia.
Prima dell’Europeo Laser tuttavia il Circolo sarà presente a un altro importante appuntamento. Si tratta del campionato mondiale “2016 Laser 4.7 Youth World Championships” in programma a Kiel, in Germania, dal 3 agosto. Qui a cercare di conquistare un buon risultato sarà Luigi Contemi che cercherà di riscattare il non brillante risultato ottenuto all’Europeo Laser 4.7 in Francia un paio di settimane fa.

Ufficio stampa Circolo della Vela Bari
Alessandra Montemurro

martino pettini bonomo

Campionato Europeo Laser 4.7

CIRCOLO DELLA VELA BARI

DUE ATLETI AL CAMPIONATO EUROPEO LASER 4.7 A CROZON MORGAT (FRANCIA)

BENE MARTINO PETTINI BONOMO

DELUSIONE PER IL RISULTATO DI LUIGI CONTEMI

Due atleti classe 4.7, sei giorni di regate e la voglia di portare alta la bandiera e i colori del Circolo della Vela di Bari. Con queste premesse sono partiti da Bari Luigi Contemi e Martino Pettini Bonomo per partecipare al campionato europeo laser 4.7 a Crozon Morgat, in Francia.

Ad accompagnarli, come sempre, il tecnico Valeria Di Cagno.

I ragazzi hanno affrontato sei giornate di regata. Le prime tre di selezione, le ultime tre di finale, con condizioni di vento abbastanza variabili da 6 a punte di 14 nodi massimo e un campo di regata molto complicato con salti di vento improvvisi e poco prevedibili.

Al termine della selezione Pettini ha conquistato un pass per la categoria silver. Il giovane atleta del Cv Bari ha disputato le finali nella batteria argento chiudendo al 75° posto in classifica finale su 212 iscritti, e conquistando il 24° posto Under 16 su 92 iscritti totali.

“Sono abbastanza soddisfatta per la prestazione di Martino – commenta la Di Cagno -, anche se chiaramente lo avrei voluto vedere regatare nella gold. La giovane età e la ancora poca esperienza in queste competizioni e in questa classe probabilmente lo hanno penalizzato un po’ più del previsto, ma confido fortemente nella sua crescita sportiva per il prossimo anno. Già con la partecipazione a questa regata lo ha fatto maturare tantissimo, sportivamente parlando e sono certa che non possa che andare sempre meglio, se anche lui si impegnerà come sta già facendo”.

Frustrata, invece, per il risultato di Luigi Contemi che, nonostante la sua esperienza passata, durante le qualificazioni non è riuscito ad andare oltre la classe bronzo chiudendo la sua gara al 114° posto sui 212 iscritti.

Uffici stampa
Alessandra Montemurro

unnamed-2-1 copia

CROCIERA DELLA LEGALITA’

ALBA MEDITERRANEA presenta la 

CROCIERA DELLA LEGALITÀ

Questa mattina la partenza di “Idrusa” dal Circolo della Vela Bari

Prima tappa Bari – Taranto. 

 

È partita dal Molo Borbonico del porto di Bari, questa mattina, la prima “crociera della legalità” organizzata nell’ambito del progetto ALBA MEDITERRANEA SAILING TEAM – MESSAGGERI DI LEGALITÀ, finanziato dalla Presidenza delConsiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, per promuovere la cultura e la pratica della legalità attraverso l’esperienza della navigazione a vela.

La prima delle otto tappe del suo percorso sarà Brindisi, dove l’imbarcazione arriverà questa sera. A bordo di “Idrusa” di Paolo Montefusco, campione mondiale di vela, un equipaggio composto dai ragazzi che stanno partecipando al percorso rieducativo di Alba Mediterranea. Dopo Brindisi l’imbarcazione farà tappa a San Foca, Otranto, S. M. di Leuca, Gallipoli, Porto Cesareo, e approderà a Taranto il 16 maggio. In ogni località toccata dalla crociera ci saranno interventi di animazione sui temi della legalità intesa quale pratica quotidiana e soggettiva, sviluppati in incontri tra i giovani componenti dell’equipaggio della barca di ALBA MEDITERANEA e gli studenti di almeno un istituto scolastico, di primo e/o di secondo grado, presso ciascun approdo.

Alla presentazione di questa mattina, svoltasi nei saloni del Circolo della Vela Bari, partner dell’iniziativa, hanno partecipato rapprensentanti delle istituzioni insieme ai volontati di Alba Mediterrnaea e ai ragazzi protagonisti del progetto. Di seguito le dichiarazioni rilasciate nel corso della conferenza stampa.

Cosimo Prisciano – Presidente Alba Mediterranea
“Sentiamo che nei nostri confronti c’è un abbraccio che ci spinge a lavorare per raggiungere nuove mete. Il nostro obiettivo è portare il concetto di legalità a contaminarsi con chi rappresenta la legalità tutti i giorni e quotidianamente. Faremo visite nelle scuole, nei circoli nautici, incontreremo prefetti, capitanerie di porto, forze
dell’ordine. Ma più di ogni altra cosa cercheremo di far percepire la legalità non come sistema normativo da imporre a pena di sanzioni, ma come codice interiorizzato che aiuti a sviluppare le potenzialità dell’individuo, accrescendo le sue capacità di essere un membro responsabile del proprio gruppo sociale.

Simonetta Lorusso - Presidente Circolo della Vela di Bari
Senza la sezione nautica e i nostri consiglieri il CV Bari queste cose non le potrebbe fare. E per questo li ringrazio. La nostra volontà è quella di incentivare tutte le possibilità di recupero di ragazzi che si trovano a vivere e affrontare contesti di crescia difficili. Siamo convinti che attività come questa che oltre a metterli a contatto con le regole e la natura insegnano un mestiere siano la strategia migliore per dare loro una strada per ll futuro, anche di tipo lavorativo. Per questo stiamo sostenendo da anni il progetto di Alba Mediterranea e continueremo a farlo.

Nico Covella - Vice Prefetto di Bari
Oggi il ruolo a cui tutte le istituzioni sono chiamate è quello di creare la cultura della legalità e dell’integrazione. Questo significa anche essere in sintonia con la realtà che ci circonda e che viviamo. Come prefettura ci occupiamo di integrazione in senso lato e quindi anche di dare opportunità a chi ne ha avute poche.

Vincenzo Brandi - Vice Sindaco del Comune di Bari
L’amministrazione di Bari sta facendo una battaglia per difendere e diffondere soprattutto la cultura della legalità. E siamo assolutamente convinti che azioni come questa siano la chiave per ottenere i risultati migliori e non la repressione. Non bisogna infatti solo insegnare le norme contenute nei codici e le punizioni in caso di violazione delle stesse. L’operazione che va portata avanti è quella di diffondere la cultura appunto della legalità a partire dai più giovani in modo da non dover neppure arrivare a comminare le sanzioni repressive. Per questo come amministrazione plaudiamo all’iniziativa di Alba Mediterranea e siamo disponibili a darle tutto il sostegno di cui ha e avrà bisogno.

Riccardo Greco - Presidente del Tribunale per i minorenni di Bari
La vittoria e il successo, insieme al raggiungimento degli obiettivi, sono alla base di questo progetto. Che è la capacità di generare un progetto diffuso portando avanti una idea che non si ferma a chi partecipa alle attività che trovano risposte alle loro ansie attingendo alla parte migliore di sé. Ciascuno ha un dono ma serve chi riesce a risvegliarlo per applicarlo. La difficoltà vera è quella degli adulti di capire il dono dei ragazzi. Quello della legalità è un concetto esteso che non si limita all’aspetto della egge, ma ingloba in sé tutto un modo di essere e rapportarsi con gli altri. E voi con Alba Mediterrnaea insegnate a questi ragazzi non solo la legalità in senso stretto, ma ancor più ad essere cittadini del mondo.

Domenico De Michele - Ammiraglio Ispettore (CP) Guardia Costiera – Bari
Il mare in tutte le sue lingue ha un tono comune. È un grande maestro. Impone delle regole concrete. Fa vedere anche perché il rispetto delle stesse è importante. Per vivere in comunità viaggianti come le barche a vela con i loro equipaggi è fondamentale imparare a conoscere queste regole e a rispettare sia il mare sia i propri compagni di viaggio per una convivenza felice e serena sia con la nautra sia con gli altri. E questo è quello che Alba Mediterranea insegna attravero la navigazione.

Maurizio Muscarà - Comandante Reparto Operativo Aereonavale di Bari
La legalità conviene è un po’ lo slogan della Guardia di Finanza. Pensando a questo concetto in un contesto come quello odierno va sottolineato come il mare sia una grande scuola di sport e di vita. Mi soffermo su quattro parole in particolare:
Mare – è un grande patrimonio di cui però non riusciamo ad apprezzare a fondo tutte le opportunità. Parla tante lingue. Purtroppo anche quella dell’illegalita con traffici illeciti e di persone che come Guardia di Finanza noi contrastiamo. Ma il mare è anche un grande patrimonio da saper valorizzare. Per farlo bisogna conoscerlo e viverlo nel migliore dei modi, come questi ragazzi stanno avendo modo di fare.
Giovani – sono anche loro un patrimonio. E siamo noi adulti che dobbiamo investire con la nostra cultura e i nostri insegnamenti. E soprattutto con il nostro esempio.
Sport – ci insegna la competizione sana e la legalità, nonostante qualche esempio in direzione diversa. È la metafora di come si può raggiungere il successo con impegno, determinazione e rispettando le regole. Altrimenti si viene sanzionati. Come nella vita. Legalità – se devo rispettare le regole devo essere leale. Sul mare e in ogni contesto.
La vostra esperienza è il gioco di squadra. In barca bisogna lavorare in sincrono e tutti devono svolgere il proprio ruolo per il successo della squadra. È questo il messaggio che anche noi come istituzioni, associazioni e privati stiamo lanciando oggi. Fare squadra per raggiungere i possibili successi.

Alberto Lategola - Presidente FIV – Federazione Italiana Vela – Ottava Zona – Puglia
Noi velisti sappiamo che il primo giudice quando siamo in acqua è il mare. Poi c’è la parte tecnica, ci sono le decisioni da prendere per vincere la regata. Ma se non si ha rispetto del mare e delle sue regole non si va da nessuna parte. E questo è l’insegnamento più importante della vostra iniziativa che non possiamo non sostenere non solo come federazione ma anche con le nostre società che hanno condiviso il vostro progetto e che incontrerete nei prossimi giorni attraverso il vostro tour della nostra costa meravigliosa.

 

 

Uffici stampa
Alessandra Montemurro| Giornalista professionista