martino pettini bonomo

Campionato Europeo Laser 4.7

CIRCOLO DELLA VELA BARI

DUE ATLETI AL CAMPIONATO EUROPEO LASER 4.7 A CROZON MORGAT (FRANCIA)

BENE MARTINO PETTINI BONOMO

DELUSIONE PER IL RISULTATO DI LUIGI CONTEMI

Due atleti classe 4.7, sei giorni di regate e la voglia di portare alta la bandiera e i colori del Circolo della Vela di Bari. Con queste premesse sono partiti da Bari Luigi Contemi e Martino Pettini Bonomo per partecipare al campionato europeo laser 4.7 a Crozon Morgat, in Francia.

Ad accompagnarli, come sempre, il tecnico Valeria Di Cagno.

I ragazzi hanno affrontato sei giornate di regata. Le prime tre di selezione, le ultime tre di finale, con condizioni di vento abbastanza variabili da 6 a punte di 14 nodi massimo e un campo di regata molto complicato con salti di vento improvvisi e poco prevedibili.

Al termine della selezione Pettini ha conquistato un pass per la categoria silver. Il giovane atleta del Cv Bari ha disputato le finali nella batteria argento chiudendo al 75° posto in classifica finale su 212 iscritti, e conquistando il 24° posto Under 16 su 92 iscritti totali.

“Sono abbastanza soddisfatta per la prestazione di Martino – commenta la Di Cagno -, anche se chiaramente lo avrei voluto vedere regatare nella gold. La giovane età e la ancora poca esperienza in queste competizioni e in questa classe probabilmente lo hanno penalizzato un po’ più del previsto, ma confido fortemente nella sua crescita sportiva per il prossimo anno. Già con la partecipazione a questa regata lo ha fatto maturare tantissimo, sportivamente parlando e sono certa che non possa che andare sempre meglio, se anche lui si impegnerà come sta già facendo”.

Frustrata, invece, per il risultato di Luigi Contemi che, nonostante la sua esperienza passata, durante le qualificazioni non è riuscito ad andare oltre la classe bronzo chiudendo la sua gara al 114° posto sui 212 iscritti.

Uffici stampa
Alessandra Montemurro

unnamed-2-1 copia

CROCIERA DELLA LEGALITA’

ALBA MEDITERRANEA presenta la 

CROCIERA DELLA LEGALITÀ

Questa mattina la partenza di “Idrusa” dal Circolo della Vela Bari

Prima tappa Bari – Taranto. 

 

È partita dal Molo Borbonico del porto di Bari, questa mattina, la prima “crociera della legalità” organizzata nell’ambito del progetto ALBA MEDITERRANEA SAILING TEAM – MESSAGGERI DI LEGALITÀ, finanziato dalla Presidenza delConsiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, per promuovere la cultura e la pratica della legalità attraverso l’esperienza della navigazione a vela.

La prima delle otto tappe del suo percorso sarà Brindisi, dove l’imbarcazione arriverà questa sera. A bordo di “Idrusa” di Paolo Montefusco, campione mondiale di vela, un equipaggio composto dai ragazzi che stanno partecipando al percorso rieducativo di Alba Mediterranea. Dopo Brindisi l’imbarcazione farà tappa a San Foca, Otranto, S. M. di Leuca, Gallipoli, Porto Cesareo, e approderà a Taranto il 16 maggio. In ogni località toccata dalla crociera ci saranno interventi di animazione sui temi della legalità intesa quale pratica quotidiana e soggettiva, sviluppati in incontri tra i giovani componenti dell’equipaggio della barca di ALBA MEDITERANEA e gli studenti di almeno un istituto scolastico, di primo e/o di secondo grado, presso ciascun approdo.

Alla presentazione di questa mattina, svoltasi nei saloni del Circolo della Vela Bari, partner dell’iniziativa, hanno partecipato rapprensentanti delle istituzioni insieme ai volontati di Alba Mediterrnaea e ai ragazzi protagonisti del progetto. Di seguito le dichiarazioni rilasciate nel corso della conferenza stampa.

Cosimo Prisciano – Presidente Alba Mediterranea
“Sentiamo che nei nostri confronti c’è un abbraccio che ci spinge a lavorare per raggiungere nuove mete. Il nostro obiettivo è portare il concetto di legalità a contaminarsi con chi rappresenta la legalità tutti i giorni e quotidianamente. Faremo visite nelle scuole, nei circoli nautici, incontreremo prefetti, capitanerie di porto, forze
dell’ordine. Ma più di ogni altra cosa cercheremo di far percepire la legalità non come sistema normativo da imporre a pena di sanzioni, ma come codice interiorizzato che aiuti a sviluppare le potenzialità dell’individuo, accrescendo le sue capacità di essere un membro responsabile del proprio gruppo sociale.

Simonetta Lorusso - Presidente Circolo della Vela di Bari
Senza la sezione nautica e i nostri consiglieri il CV Bari queste cose non le potrebbe fare. E per questo li ringrazio. La nostra volontà è quella di incentivare tutte le possibilità di recupero di ragazzi che si trovano a vivere e affrontare contesti di crescia difficili. Siamo convinti che attività come questa che oltre a metterli a contatto con le regole e la natura insegnano un mestiere siano la strategia migliore per dare loro una strada per ll futuro, anche di tipo lavorativo. Per questo stiamo sostenendo da anni il progetto di Alba Mediterranea e continueremo a farlo.

Nico Covella - Vice Prefetto di Bari
Oggi il ruolo a cui tutte le istituzioni sono chiamate è quello di creare la cultura della legalità e dell’integrazione. Questo significa anche essere in sintonia con la realtà che ci circonda e che viviamo. Come prefettura ci occupiamo di integrazione in senso lato e quindi anche di dare opportunità a chi ne ha avute poche.

Vincenzo Brandi - Vice Sindaco del Comune di Bari
L’amministrazione di Bari sta facendo una battaglia per difendere e diffondere soprattutto la cultura della legalità. E siamo assolutamente convinti che azioni come questa siano la chiave per ottenere i risultati migliori e non la repressione. Non bisogna infatti solo insegnare le norme contenute nei codici e le punizioni in caso di violazione delle stesse. L’operazione che va portata avanti è quella di diffondere la cultura appunto della legalità a partire dai più giovani in modo da non dover neppure arrivare a comminare le sanzioni repressive. Per questo come amministrazione plaudiamo all’iniziativa di Alba Mediterranea e siamo disponibili a darle tutto il sostegno di cui ha e avrà bisogno.

Riccardo Greco - Presidente del Tribunale per i minorenni di Bari
La vittoria e il successo, insieme al raggiungimento degli obiettivi, sono alla base di questo progetto. Che è la capacità di generare un progetto diffuso portando avanti una idea che non si ferma a chi partecipa alle attività che trovano risposte alle loro ansie attingendo alla parte migliore di sé. Ciascuno ha un dono ma serve chi riesce a risvegliarlo per applicarlo. La difficoltà vera è quella degli adulti di capire il dono dei ragazzi. Quello della legalità è un concetto esteso che non si limita all’aspetto della egge, ma ingloba in sé tutto un modo di essere e rapportarsi con gli altri. E voi con Alba Mediterrnaea insegnate a questi ragazzi non solo la legalità in senso stretto, ma ancor più ad essere cittadini del mondo.

Domenico De Michele - Ammiraglio Ispettore (CP) Guardia Costiera – Bari
Il mare in tutte le sue lingue ha un tono comune. È un grande maestro. Impone delle regole concrete. Fa vedere anche perché il rispetto delle stesse è importante. Per vivere in comunità viaggianti come le barche a vela con i loro equipaggi è fondamentale imparare a conoscere queste regole e a rispettare sia il mare sia i propri compagni di viaggio per una convivenza felice e serena sia con la nautra sia con gli altri. E questo è quello che Alba Mediterranea insegna attravero la navigazione.

Maurizio Muscarà - Comandante Reparto Operativo Aereonavale di Bari
La legalità conviene è un po’ lo slogan della Guardia di Finanza. Pensando a questo concetto in un contesto come quello odierno va sottolineato come il mare sia una grande scuola di sport e di vita. Mi soffermo su quattro parole in particolare:
Mare – è un grande patrimonio di cui però non riusciamo ad apprezzare a fondo tutte le opportunità. Parla tante lingue. Purtroppo anche quella dell’illegalita con traffici illeciti e di persone che come Guardia di Finanza noi contrastiamo. Ma il mare è anche un grande patrimonio da saper valorizzare. Per farlo bisogna conoscerlo e viverlo nel migliore dei modi, come questi ragazzi stanno avendo modo di fare.
Giovani – sono anche loro un patrimonio. E siamo noi adulti che dobbiamo investire con la nostra cultura e i nostri insegnamenti. E soprattutto con il nostro esempio.
Sport – ci insegna la competizione sana e la legalità, nonostante qualche esempio in direzione diversa. È la metafora di come si può raggiungere il successo con impegno, determinazione e rispettando le regole. Altrimenti si viene sanzionati. Come nella vita. Legalità – se devo rispettare le regole devo essere leale. Sul mare e in ogni contesto.
La vostra esperienza è il gioco di squadra. In barca bisogna lavorare in sincrono e tutti devono svolgere il proprio ruolo per il successo della squadra. È questo il messaggio che anche noi come istituzioni, associazioni e privati stiamo lanciando oggi. Fare squadra per raggiungere i possibili successi.

Alberto Lategola - Presidente FIV – Federazione Italiana Vela – Ottava Zona – Puglia
Noi velisti sappiamo che il primo giudice quando siamo in acqua è il mare. Poi c’è la parte tecnica, ci sono le decisioni da prendere per vincere la regata. Ma se non si ha rispetto del mare e delle sue regole non si va da nessuna parte. E questo è l’insegnamento più importante della vostra iniziativa che non possiamo non sostenere non solo come federazione ma anche con le nostre società che hanno condiviso il vostro progetto e che incontrerete nei prossimi giorni attraverso il vostro tour della nostra costa meravigliosa.

 

 

Uffici stampa
Alessandra Montemurro| Giornalista professionista

invito_conf_stampa

CROCIERA DELLA LEGALITA’

Conferenza stampa di presentazione e partenza

Sabato 7 Maggio 2016, ore 10

Circolo della Vela Bari – Molo Borbonico

(porto commerciale di Bari)

Sabato 7 maggio alle 10 nella sede del Circolo della Vela Bari al Molo Borbonico (all’interno del porto commerciale) si terrà la conferenza stampa di presentazione della crociera della legalità organizzata nell’ambito del progetto ALBA MEDITERRANEA SAILING TEAM – MESSAGGERI DI LEGALITÀ, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, per promuovere la cultura e la pratica della legalità attraverso l’esperienza della navigazione a vela.

Alla presentazione dell’iniziativa parteciperanno:

Cosimo Prisciano – Presidente Alba Mediterranea

Simonetta Lorusso

Presidente Circolo della Vela di Bari

Carmela Pagano

Prefetto di Bari

Antonio Decaro

Sindaco del Comune di Bari

Riccardo Greco

Presidente del Tribunale per i minorenni di Bari

Francesca Perrini

Direttrice CGM – Centro Giustizia Minorile di Bari

Giuseppe Esposito

Direttore Generale – Fondazione Banca Nazionale delle Comunicazioni

Domenico De Michele

Ammiraglio Ispettore (CP) Guardia Costiera – Bari

Maurizio Muscarà

Comandante Reparto Operativo Aereonavale di Bari

Alberto Lategola

Presidente FIV – Federazione Italiana Vela – Ottava Zona – Puglia

La Crociera partirà da Bari per arrivare a Taranto attraverso una serie di tappe intermedie. L’imbarcazione Idrusa di Paolo Montefusco, campione mondiale di vela, navigherà per oltre 400 miglia con a bordo un equipaggio di ragazzi che stanno partecipando al percorso rieducativo di Alba Mediterranea. Obiettivo dell’iniziativa è contribuire a far percepire la legalità non come sistema normativo da imporre a pena di sanzioni, ma come codice interiorizzato che aiuti a sviluppare le potenzialità dell’individuo, accrescendo le sue capacità di essere un membro responsabile del proprio gruppo sociale.

Tutti i dettagli della crociera verranno diffusi nel corso della conferenza stampa. Al temine si potrà assistere alla partenza della barca dal Molo Borbonico di Bari.


Ufficio stampa
Alessandra Montemurro| Giornalista professionista

foto antonella battista  (2)

CAMPIONATO ZONALE LASER

CIRCOLO DELLA VELA BARI
XIII TROFEO ALDO D’ALESIO
DOMANI LA CLASSE LASER PUGLIESE IN ACQUA 
 

Tutto pronto per la XIII edizione del Trofeo Aldo D’Alesio, valido come seconda tappa del campionato zonale laser di vela, in programma domani a Bari. Organizzato dal Circolo della Vela, il trofeo è stato pensato 13 anni faper onorare la memoria del più longevo presidente del sodalizio barese. D’Alesio, pur non essendo un velista esperto e praticante, aveva ben compreso l’importanza di questo sport e la sua capacità di mettere in relazione l’uomo con l’ambiente e la città con il suo elemento più bello e di valore, il mare e per questo, insieme alla moglie Amalia, compagna di tutte le sue battaglie, si spese anima e corpo durante la presidenza per favorire l’incremento dell’attività velica, raggiungendo obiettivi importanti non solo per l’attività sociale del Circolo ma anche per quella sportiva.
Ma torniamo ai dettagli della regata. Due le prove previste dal bando di regata. La prima con partenza alle ore 11 e la seconda a seguire. Il campo di prova sarà allestito, come da tradizione, nello specchio d’acqua antistante il lungomare Sud di Bari. Le regate si correranno in tre flotte: Laser Standard Olimpico, Laser Radial e Laser 4.7. Sarà possibile iscriversi anche domani, direttamente alla segreteria del Comitato Organizzatore fino alle 9.30.
Per il Circolo della Vela saranno 13 gli atleti che parteciperanno, tutti allenati e seguiti da Valeria Di Cagno. In particolare, tra i Laser 4.7 ci saranno: Luigi Contemi, Martino Pettini Bonomo, Ernesto Natuzzi, Ferdinando Conte ed Erica Susca. Per i Laser Radial: Angelo Ostuni, Ciro Basile, Alessandro Lucente, Barbara Cufaro Petroni, Francesco Calabrese e Nicolò Gattagrisi. E per i Laser standard: Leonardo Dinelli e Raffaele De Michele.
Le previsioni meteo indicano vento da Sud, variabile, fino a 10 nodi di intensità con qualche debole precipitazione. Condizioni tranquille, anche se un po’ fastidiose. Non sarà facile regatare, per i cambi di direzione e bisognerà concentrarsi molto sulla rotta da tenere in regata.
Lo scorso anno per i radial è arrivato primo Angelo Ostuni (CV Bari). Nei 4.7 invece era stato Luigi Contemi a portarsi a casa il primo posto seguito da Ciro Basile che quest’anno è invece passato nei radial.

Ufficio stampa Circolo della Vela Bari
Alessandra Montemurro| Giornalista professionista

FOTO DI ANTONELLA BATTISTA

 

BANDO CAMPIONATO ZONALE LASER 2016

trofeo-optisud-3

OTTIMA ORGANIZZAZIONE PER IL II TROFEO OPTISUD A BARI

CIRCOLO DELLA VELA BARI 

OTTIMA ORGANIZZAZIONE PER IL II TROFEO OPTISUD A BARI 

TRE ATLETI DEL CIRCOLO SUL PODIO 

 

 

È partita dalla Puglia la seconda edizione del Trofeo Optisud. La prima tappa, la cui organizzazione era stata affidata al Circolo della Vela Bari, ha registrato numeri da far girare la testa. Ben 192 gli atleti (tra Juniores (102) e Cadetti (90)), provenienti da tutta Italia, che si sono presentati sui pontili della sede del Teatro Margherita del Circolo della Vela e che sono scesi in acqua.

Tre le prove portate a termine nella prima giornata con un vento tra i 15 e i 20 nodi su un classico percorso a quadrilatero di circa due miglia allestito dal comitato di regata nello specchio d’acqua antistante il lungomare Sud di Bari.

Una sola invece la prova conclusa nella seconda giornata, cioè oggi, con partenza alle 8.30 di mattina, con vento già intorno ai 18 nodi e un avviso di burrasca con 40nodi di vento in avvicinamento e previsto già da diversi giorni. Condizioni meteomarine decisamente proibitive, dunque, specialmente se si considera che gli atleti in acqua erano ragazzini con al massimo 15 anni. Una vittoria, dunque, per organizzatori e comitato che nonostante lo stop alla discesa in acqua per i cadetti (per loro, infatti il regolamento prevede che se il vento supera i 15 nodi non si può regatare, n.d.r.) sono riusciti a portare a casa un ottimo risultato.

 

Al termine della due giorni, perfettamente riuscita, grande è la soddisfazione per la sezione nautica del CV Bari che, oltre ai complimenti per l’organizzazione, è riuscita a far salire sul podio tre dei suoi atleti, con ottimi risultati e prospettive rosee per il futuro. Per gli Juniores è stato proprio un atleta del CV Bari, Gigi Mancini, ad aggiudicarsi la prima tappa del Trofeo, seguito da Massimiliano Cinquanta (Club Velico Salernitano) e da Federico Figlia Di Granara (CRV Italia). Per le ragazze, invece, la classifica juniores vede in testa Sofia Giuchiglia (CC Roggero di Lauria Palermo) con dietro Elisabetta Di Leo (CV Bari) e Sofia Fain Binda (GdV Lni Ostia). Per i cadetti, invece, è il ravennate Lorenzo Pezzilli a guidare la classifica generale seguito da Paolo Pettini (CV Bari) e da Alessandro Cortese (CV Crotone). Per le ragazze, invece, in testa c’è Adriana Avella (LNI Castellammare di Stabia) seguita da Alice Ruperto (CV Crotone) e da Ginevra Caracciolo (LNI Napoli).

Un ringraziamento speciale è andato, al termine della manifestazione in mare, durante la premiazione a tutto lo staff e ai soci del CV Bari che hanno trasformato la base nautica del Margherita in uno spazio in grado di accogliere i ragazzi provenienti da tutta Italia in una atmosfera di festa. “L’accoglienza è stata eccezionale – hanno commentato -. Dal personale ai marinai, alle splendide mamme, per non dimenticare i papà dei soci che hanno dato una mano nella fase di uscita e rientro delle imbarcazioni”.

“È il nostro circolo che ringrazia voi – ha detto la presidente Simonetta Lorusso – e lo fa con il cuore per questa bellissima scena davanti ai nostri occhi che siete voi che con entusiasmo e passione siete venuti a Bari per partecipare a questa manifestazione”.

“Per noi è un orgoglio e un privilegio avervi qui – ha aggiunto il presidente FIV VIII zona Alberto La Tegola -. Optisud è un format in cui come federazione crediamo molto, organizzato dalle zone di (Lazio, Abruzzo-Molise, Puglia, Campania, Calabria–Basilicata e Sicilia) in collaborazione con l’Associazione Italiana Classe Optimist con l’obiettivo di sostenere la classe. Perché voi siete il nostro futuro, siete il futuro della vela italiana”. Un punto di vista sostenuto anche dal presidente del Coni Puglia, Elio Sannicandro che ha sottolineato l’importanza dello sport per i ragazzi, invitando  i genitori a spronarli e sostenerli in tutte le fasi dell’attività sportiva.

 

Un futuro e uno sport su cui la stessa amministrazione comunale di Bari sta puntando, come ha detto l’assessore comunale all’Ambiente e allo Sport Pietro Petruzzelli, presente alla premiazione. “Ricucire il rapporto della città di Bari con il mare è uno dei punti cardine del nostro programma. E per questo stiamo facendo tutto il possibile e continueremo a farlo. In  questo senso si inserisce anche un progetto specifico che stiamo studiando in queste settimane per avvicinare i ragazzi agli sport nautici, primo tra tutti la vela – ha detto -. Un progetto che si declina su due fronti contemporaneamente: portare gli istruttori nelle scuole e i bambini sulle barche”.

La prossima tappa del Trofeo è in programma a Pisticci (Basilicata) il 9 e 10 aprile al Porto degli Argonauti, in concomitanza con il Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport.

 

Locandina

TROFEO OPTISUD

II TROFEO OPTISUD DOMANI E DOPODOMANI A BARI
IL CIRCOLO DELLA VELA BARI ORGANIZZA LA PRIMA TAPPA
237 GLI ISCRITTI PROVENIENTI DA TUTTA ITALIA
SPETTACOLO DI VELE SABATO E DOMENICA SUL LUNGOMARE DI BARI

La prima tappa del II Trofeo Optisud è a Bari. Ad organizzarla il Circolo della Vela Bari che ha raccolto una sfida importante e impegnativa vista l’alta partecipazione di giovani atleti della classe Optimist italiana. Sono ben 237 gli atleti iscritti (tra i 9 e i 15 anni, Juniores e Cadetti), provenienti da tutta Italia, pronti a scendere in acqua nella due giorni di regate in programma nel capoluogo pugliese domani e dopodomani, 27 e 28 febbraio. Teatro naturale dello svolgimento della manifestazione sarà il lungomare Sud di Bari e l’elevata presenza di imbarcazioni, attirerà sicuramente l’attenzione di pubblico.
Alte le aspettative del Circolo che partecipa al Trofeo con ben 25 atleti, a testimonianza dell’ottimo lavoro che da anni svolge nell’attività giovanile e di formazione.
Nato nel 2015 per volontà dei Presidenti delle zone FIV (Lazio, Abbruzzo- Molise, Puglia, Campania, Calabria – Basilicata, Sicilia) in collaborazione con l’Associazione Italiana Classe Optimist con l’obiettivo di coinvolgere i giovani timonieri della classe Optimist tra i 9 e 15 anni in un confronto in acqua e in momenti di incontro a terra, il circuito per l’assegnazione del Trofeo OptiSud è costituito da tre tappe che di anno in anno toccano diverse regioni e città del centro sud Italia.
Lo scorso anno gli atleti si sono sfidati nelle acque di Termoli, Formia e Napoli. Quest’ anno invece, dopo la tappa barese ci saranno quella di Pisticci (Basilicata) e di Vico Equense (Campania).
Oltre 500 le persone coinvolte, tra atleti, allenatori e genitori, con l’organizzazione del Circolo Vela Bari in fermento per fare spazio a tutte le imbarcazioni che verranno ospitate sui pontili della sede del Teatro Margherita.
“Un ringraziamento particolare dobbiamo rivolgerlo ai nostri marinai e agli istruttori, sempre attenti e disponibili a risolvere ogni problema, quando se ne presentano e a offrire il massimo del supporto logistico a tutti – ha detto Peppo Russo, vice presidente nautico del Circolo della Vela Bari -. E in questa occasione in particolare anche agli sponsor che ci stanno sostenendo e ai genitori dei nostri atleti, oltre che a tutto il Circolo, per l’impegno assunto per la buona riuscita della manifestazione”.
Il segnale di avviso della prima prova sarà dato alle ore 11.55 di sabato, mentre per la giornata seguente ci sarà un comunicato specifico da parte del Comitato di Regata. Verranno disputate 6 prove sia per la categoria Juniores che per la categoria Cadetti, con un limite di tre al giorno per entrambe le categorie. La tappa sarà considerata valida con qualsiasi numero di prove portate a termine. Le previsioni del tempo ad oggi parlano di 12 nodi di vento circa per la giornata di sabato, una buona intensità per questo tipo di manifestazione.
La direzione della regata a mare è affidata a Stefano Amadei, presidente del comitato di regata, che sarà coadiuvato nel suo lavoro dagli ottimi ufficiali di regata del comitato VIII zona.
Tutte le indicazioni sulla logistica a terra, convenzioni, servizi ed eventi collaterali per atleti, allenatori ed accompagnatori saranno fornite tramite il sito internet www.optisud.it e sul sito del Circolo della Vela Bari www.circolodellavelabari.it.

header

La VELA OLIMPICA

Sei imperdibili serate di vela dedicate a tutti gli appassionati parlando di Vela Olimpica e condotte dal giornalista Fabio Colivicchi, con ospiti i protagonisti della Vela alle Olimpiadi del presente, passato e futuro nell’anno dei Giochi Olimpici di Rio!

Video esclusivi, interviste, scambio di opinioni e domande da parte del pubblico, il tutto a Ostia, Bari, Genova, Trieste, Malcesine e Milano a partire da lunedì 22 Febbraio 2016.

Segui le pagine Vela E-Vento su Facebook, Google+ e Youtube o iscriviti alla Newsletter su www.velae-vento.com per conoscere in tempo reale i nomi dei vari ospiti che saranno presenti ad ogni singola serata.

SIETE TUTTI INVITATI ALLA SERATA
PRESSO IL NOSTRO CIRCOLO

BARI

Martedì 23 Febbraio
Ore 20.30

CIRCOLO DELLA VELA BARI
“AL MOLO BORBONICO”
Corso De Tullio, 1

LE ALTRE SERATE VELA E-VENTO 2016

ROMA

Lunedì 22 Febbraio
Ore 19.00

LNI
OSTIA

Lungomare Duilio, 36

GENOVA

Giovedì 25 Febbraio
Ore 20.00

LNI
SESTRI PONENTE

Via Pionieri e Aviatori
d’Italia, 89

Con il patrocinio Circoli associati Assonautica

TRIESTE

Giovedì 1 Marzo
Ore 20.00

YACHT CLUB ADRIACO

Molo Sartorio, 1

MALCESINE

Mercoledì 2 Marzo
Ore 20.00

FRAGLIA VELA MALCESINE

Via Gardesana, 205

MILANO

Giovedì 3 Marzo
Ore 21.00

LNI
MILANO

Viale Cassala, 34

IL CONDUTTORE DELLE SERATE VELA E-VENTO

Fabio Colivicchi
Direttore Saily.it

Laureato in Giurisprudenza, Fabio Colivicchi è nella vela da oltre trent’anni come regatante, Istruttore Federale ed organizzatore.
Giornalista dal 1985, quando ha fondato il mensile Fare Vela di cui è stato editore e direttore per oltre 10 anni, è stato consulente e responsabile della comunicazione e ufficio stampa della Federazione Italiana Vela (FIV) per 16 anni.
Colivicchi è il fondatore, editore e direttore di Saily.it, il primo media globale della vela, Magazine, WebTV e social network specializzato, all’interno del quale continua a pubblicare post sul suo storico blog “La Mia Federvela”. Ha scritto tre libri (sul Moro di Venezia e su Luna Rossa) nonché la voce «Vela» per l’Enciclopedia Treccani.

Dal 2013 è consulente per la vela nel programma Tv Lineablu di Rai Uno. E’ stato presente come giornalista accreditato a 6 Olimpiadi (Barcellona 1992, Atlanta 1996, Sydney 2000, Atene 2004, Pechino 2008, Londra 2012) ed è accreditato anche per Rio de Janeiro 2016.
Ha seguito le ultime 6 edizioni dell’America’s Cup e ha collaborato con l’ANSA per la Coppa nel 2003 da Auckland, Nuova Zelanda.
Da velista ha regatato su Laser, Fireball, Soling, Star, monotipi e yacht d’altomare. Ha vinto regate offshore come la Roma per 2 e la Rolex Giraglia 1995. Ha seguito le ultime 6 edizioni dell’America’s Cup e ha collaborato con l’ANSA per la Coppa nel 2003 da Auckland, Nuova Zelanda.
Da velista ha regatato su Laser, Fireball, Soling, Star, monotipi e yacht d’altomare. Ha vinto regate offshore come la Roma per 2 e la Rolex Giraglia 1995.

POWERED BY

SEGUICI SU:

Brochure_Optisud201_2016_WEB

TROFEO OPTISUD

IL Trofeo Optisud nasce nel 2015 per volontà dei Presidenti delle zone Fiv (Lazio, Abbruzzo- Molise, Puglia, Campania, Calabria – Basilicata, Sicilia) in collaborazione con l’Associazione Italiana Classe Optimist con lobiettivo di coinvolgere i giovani timonieri della classe Optimist tra i 9 e 15 anni in un confronto in acqua e in momenti di incontro a terra in tre splendide località del centro Sud d’Italia. Una sfida importante e impegnativa, che conta sin da subito di avere la massima partecipazione di giovani atleti della classe Optimisti sia Cadetti che Juniores. Il circuito per l’assegnazione del Trofeo OptiSud è costituito da tre tappe che di anno in anno andranno a toccare diverse regioni e città del centro sud.
Già lo scorso anno la manifestazione ha raggiunto i 400 partecipanti divisi tra juniores (250) e Cadetti (150) che hanno navigato nelle acque di Termoli, Formia e Napoli.
Come da regolamento una tappa è abbinata al Trofeo Kinder + Sport manifestazione nazionale che vede la partecipazione di squadre provenieti anche dal Nord Italia.
Per quest’ anno le città previste per lo svolgimento delle 3 tappe sono Bari (Puglia) Pisticci (Basilicata), Vico Equense (Campania).
Bari è stata scelta per l’organizzazione, il 27 – 28 febbraio, della 1ª tappa del Trofeo Optisud edizione 2016.
Le previsioni ci dicono che giungeranno circa 250 atleti più allenatori e genitori per un totale di circa 500 persone che alloggeranno in città.
Il Lungomare sud di Bari sarà teatro naturale dello svolgimento della manifestazione e data l’elevata presenza di imbarcazioni, attirerà sicuramente l’attenzione di pubblico non praticante, con l’ obbiettivo di promuovere la diffusione dello sport della Vela a Bari e in Puglia.

VAI ALLA PAGINA DELLA REGATA

SEGUI L’EVENTO SU FACEBOOK