Est 105

CIRCOLO DELLA VELA BARI SPONSOR Dell’APS VELAKI’ PER LA EST 105

Il Circolo della Vela Bari partecipa alla Est 105, regata internazionale che unisce le due sponde dell’Adriatico, sostenendo l’associazione di promozione sociale «VelaKi well being sailing» che da anni, affiliata come organismo nazionale all’Unione Italiana Vela Solidale, utilizza la navigazione a vela nell’ambito del disagio fisico, psichico e sociale.

La partenza della regata Est 105 è prevista per mercoledì 30 aprile. Da ieri pomeriggio l’imbarcazione che avrà a bordo lo speciale equipaggio del Circolo della Vela è ormeggiata al Cus Bari, per mettere a punto gli ultimi dettagli prima della partenza.

«Una regata per vincere il disagio», è questo il nome del progetto portato avanti con passione e dedizione dall’associazione che è riuscita a creare un un equipaggio di 5 velisti con problemi psichici che, dopo un’attenta valutazione medica da parte dei dirigenti dei Centri di Salute Mentale ASL BA (area 4/5), sono stati ritenuti idonei a partecipare al progetto e alla regata. «Una regata per vincere il disagio» è giunta quest’anno alla sua terza edizione e, dopo i successi maturati in occasione della Est 105 (2012) e della Brindisi – Corfu (2013), torna a correre, stavolta con i colori del Circolo della Vela Bari, alla Bari – Herceg Novi. La regata prenderà il via mercoledì 30 aprile e sarà per “Velaki” unaoccasione importante per sensibilizzare il pubblico e i partecipanti a problematiche sociali spesso trascurate, oltre che per promuovere uno stile di vita sano, rispettoso di sé e della natura che ci circonda, e pacifico.

«Visto il buon esito della nostra partecipazione a questa edizione, mi auguro che nella prossima rassegna si possa collaborare ancora meglio» aveva detto l’anno scorso Fabrizio Cilloideatore e conduttore del progetto «VelaKi well being sailing». Un meglio che è arrivato grazie al sostegno offerto dal CV Bari, da sempre sensibile e attento alle problematiche sociali e di inclusione. I cinque ragazzi che costituiscono l’equipaggio speciale a bordo del Sun Odissey 45.1, insieme a due medici e due skipper, forti di una preparazione teorica e pratica svoltasi nelle acque antistanti di Monopoli e Polignano a Mare durante il periodo invernale, sono felicissimi di ripetere anche quest’anno l’esperienza che portano avanti da tre anni e realizzata questa volta grazie al sostegno Dipartimento di Salute Mentale ASL Area 4/5, del Coni, della FIV e del CV Bari. Le edizioni passate ne hanno, infatti, dimostrato l’utilità. «I partecipanti hanno vissuto emozioni intense, nonostante la stanchezza accumulata durante la lunga notte di traversata – ha sottolineato Cillo-. Un urlo di gioia è nato spontaneamente, una volta giunti a destinazione. Non ci resta che aspettare per vedere, anche in questa occasione, come sia faticoso ma bello vincere il disagio sulle acque di un mare solidale».

 

Ufficio Stampa Circolo della Vela Bari

Alessandra Montemurro +39 328 95 18 532

Valeria Belviso +39 340 73 01 49

Kinder_Civitavecchia

2° tappa Kinder Cup Optimist. Due podi e un premio speciale per il Circolo della Vela Bari

CIRCOLO DELLA VELA BARI
2^ TAPPA DELLA “KINDER CUP”
OTTIMO RISULTATO DELLA SQUADRA OPTIMIST A CIVITAVECCHIA

La squadra Optimist del Circolo della Vela Bari continua a incassare successi. I ragazzi allenati da Beppe Palumbo tornano a casa da Civitavecchia con due podi e un premio speciale conquistati nella 2^ tappa della Kinder Cup. Un ottimo risultato considerando i numeri: 133 atleti nella categoria juniores e 127 tra i cadetti.

Nella categoria juniores, Vincenzo Rubino conferma il suo buon momento: dopo due prove in due giorni, ha chiuso 5° in classifica generale e ha ricevuto un premio speciale per essersi classificato 1° nella prova di domenica. “Purtroppo la prova non è stata convalidata. Si regatava a batteria: Vincenzo era nella prima, la seconda invece non ha terminato la prova per assenza di vento – ha spiegato Palumbo -”.
Di nuovo un 3° posto per Chiara Scarangella nella classifica femminile juniores. La giovane atleta del Circolo è salita sul podio, confermando il risultato ottenuto nella 1^ tappa della Kinder Cup, disputata a Trani.
La grande sorpresa è stata, però, Elisabetta Di Leo nella categoria cadetti. Classe 2003, 10 anni e alle sue prime esperienze in regate nazionali, Elisabetta ha chiuso con un 16° posto in classifica generale e un 3° posto in quella femminile, con uno score di 18.
Degne di nota anche le prestazioni di Claudia Quaranta (9 anni), 34° nella categoria cadetti.
“Sono risultati importanti, ottenuti nonostante un vento oscillante e ballerino da 320-350° che non ha mai superato i 5-7 nodi – prosegue Palumbo -. Sono abbastanza soddisfatto del risultato dei ragazzi. Si chiedeva loro una conferma che non si è fatta aspettare in due prove davvero difficili. Chiudere con due atleti sul podio e un premio speciale è galvanizzante, soprattutto in vista dei prossimi appuntamenti”.
Già la prossima settimana, infatti, i giovani atleti del Circolo partiranno per partecipare alla regata con il più alto numero di partecipanti del mondo: il Meeting Internazionale del Garda, dal 17 al 20 aprile.


Ufficio stampa Circolo della Vela Bari
Alessandra Montemurro | 328.9518532
Valeria Belviso | 3407301497

Ferrarese_Concup_1

Simone Ferrarese vola in California con un dream team per partecipare alla Congressional Cup da “Defender”

Simone Ferrarese vola in California con un dream team per partecipare alla Congressional Cup da “Defender”:
in equipaggio anche Sandro Montefusco, Tommaso Chieffi, Pietro Mantovani e l’olandese Ivan Peute.

Long Beach, California (USA) – 7 aprile: prenderà il via dopodomani, mercoledì 9 aprile alle 11.00 locali (le ore 20.00 in Italia), la 50a edizione della Congressional Cup, evento top nel mondo del match race, secondo per importanza solo all’America’s Cup.

Simone Ferrarese:

Nato a Bari nel 1988, già a 10 anni entra a far parte della squadra nazionale nella classe Optimist,  La sua carriera agonistica prosegue quindi sull’Equipe, sul 470 e, fino al 2005 sul Tornando entrando anche in questa occasione a far parte della squadra olimpica nazionale. Parallelamente alle regate sul Tornado, inizia a partecipare al circuito di Match Race che, ad oggi, è la sua principale attività. Nel 2006 diventa rappresentante della nazionale italiana di Match Race. In pochi anni ottiene ottimi risultati a livello nazionale e internazionale partecipando anche al World Match Racing Tour. Nel 2013 conquista una storica vittoria alla Congressional Cup in California, chiude al secondo posto il Campionato Europeo di match race e finisce sul terzo gradino del podio nella tappa svedese del World Match Racing Tour. Nel 2014 Simone Ferrarese è stato proclamato Velista dell’Anno 2013 nella categoria Under 25. E’ un grande appassionato di surf da onda.

Dal 7 al 13 aprile Simone Ferrarese sarà a Long Beach, in California, per partecipare alla Congressional Cup 2014 (è la sua quarta partecipazione)
Attualmente è numero 8 al mondo nella ranking list di match race.

 

 

Marine Partners srl  - Ufficio Stampa Simone Ferrarese

Tel. +39 06 83398156 – fax +39 06 23328535

Mob. +39 335 8165281

marinepartners.net

Skype: maxprocopio

1907967_728806540473936_1713459992_n

Selezione Interzonale Optimist – I Risultati

Cinque prove in due giorni per i 118 equipaggi che hanno partecipato alla Selezione interzonale optimist la cui organizzazione è stata affidata da Alberto Lategola e dal consiglio dell’VIII Zona FIV al Circolo della Vela di Bari. Peccato per l’assenza di vento che ha impedito ai piccoli velisti di regatare anche nella terza giornata. Ma poco importa, le cinque prove portate a termine bastano per chiudere la selezione. Dalla zona alla fine solo in cinque passano alla fase nazionale.

primi tre posti sono stati conquistati da Salvatore Sciuto (CN NIC Catania), Demetrio Sposato (CV Crotone) e Marco Crispino (LNI Napoli).

Scorrendo la classifica al quinto posto si incontra Camilla Manzi (LNI Trani) che è la prima pugliese in assoluto a comparire nell’elenco e prima anche nella classifica femminile (2° posto per Maria Ludovica Gullo (CCR Lauria) e 3° per Raffaella Elena Santagati (CN NIC Catania)). “Stiamo lavorando da un anno per ottenere questi risultati – commenta a caldo Michele Ricci, allenatore di Camilla -. Soprattutto dopo la tappa Kinder di Trani di una ventina di giorni fa dove ha chiuso come ottava in assoluto. Ora siamo fiduciosi per la prima tappa della selezione nazionale dove, insieme a Camilla, ci sarà anche Adriano Notarangelo che dopo l’esperienza dello scorso anno stavolta ha sicuramente una marcia in più per superare anche l’ultimo gradino”.

Ottimo anche il risultato del Circolo della Vela di Bari. Tra i nove iscritti totali ben tre si sono classificati per il passaggio alle selezioni nazionali. Si tratta di Vincenzo Rubino (21° posto);Chiara Scarangella (30° posto) e Chiara Ditonno (36° posto). “Sono soddisfatto per l’organizzazione a cui anche noi istruttori abbiamo contribuito – commenta Beppe Palumbo, tecnico della classe Optimist per il CV Bari -. L’obiettivo è stato raggiunto da parte dei ragazzi a cui si era chiesto una selezione tranquilla. Ogni errore sarebbe potuto costare caro. Così non è stato. Sicuramente qualcuno che è rimasto fuori dai selezionati meritava qualcosa in più, ma evidentemente non era ancora pronto per affrontare un impegno così importante. Continueremo a lavorare per altri obiettivi”.

Complimenti particolari sono stati fatti dal presidente del comitato di regata, Costanzo Villa, per il lavoro di tutti i posaboe e dei marinai del Circolo della Vela di Bari che “hanno lavorato in modo eccezionale”.

“Abbiamo avuto condizioni meteo favorevolissime – ha commentato Peppo Russo, vice presidente nautico del Circolo della Vela di Bari -. Il primo giorno tanto vento e tanto mare che ci hanno fatto portare a termine tre regate con elevate difficoltà, specie per gli atleti più giovani. Il secondo giorno vento leggero, con tanta corrente in mare, e sole hanno caratterizzato le altre due prove. Nulla di fatto nell’ultima giornata, ma i ragazzi sono stati ugualmente soddisfatti. Gli equipaggi hanno potuto esprimersi nelle diverse condizioni – prosegue Russo – ed è quanto di meglio si possa richiedere per una selezione di questo tipo. Il risultato organizzativo è stato eccellente e ci lascia ben sperare anche per l’assegnazione futura di eventi di questa portata, e anche maggiore, ai quali aspiriamo. I risultati della zona sono stati buoni, ottimi per il Circolo della Vela. Forse avevamo qualche aspirazione in più nel cassetto, ma sapevamo che sarebbe stato estremamente difficile. Hanno vinto i più bravi. È lo sport che ha vinto”.

“Bravi, bravi davvero!” è il commento degli istruttori classe optimist durante la premiazione finale, tra gli applausi di tutti i partecipanti per marinai, posaboe, istruttori, organizzatori, per l’assistenza continua e la competenza di chi ha lavorato, oltre che naturalmente per la bellissima accoglienza ricevuta.

“Ringrazio tutti gli equipaggi, gli istruttori e gli accompagnatori che sono venuti a Bari da fuori e i baresi che hanno partecipato alla tre giorni del Circolo della Vela – ha detto l’assessore comunale al marketing territoriale Antonio Vasile - per portare alti i colori della loro città. Spiegate quando tornate a casa – ha aggiunto – che Bari è bella e accogliente. Vi invitiamo a tornare presto, sarete i benvenuti”.

Un ringraziamento per tutti gli atleti sui pontili della sede nautica del Circolo, e che nei giorni scorsi hanno popolato il mare di piccole vele bianche è arrivato anche dalla presidente del CV Bari Simonetta Lorusso che ha sottolineato come senza i ragazzi non sarebbe stato possibile fare nulla. “Il mare è un elemento da amare – ha detto – e voi lo amate. Sfidarlo vuol dire avere coraggio. Chi lo fa deve farlo con intelligenza. L’intelligenza che voi avete dimostrato di avere. Grazie”.

Adesso si pensa già a Crotone. È qui che dal 1 al 4 maggio ci sarà la prima selezione nazionale. Arriveranno 160 equipaggi e solo in 80 passeranno alla fase finale. “A Bari abbiamo trovato un’organizzazione impeccabile – ha detto Francesco Verri, presidente del Club Velico di Crotone - e noi speriamo di fare lo stesso. Siamo un circolo giovane (nati nel 2012 n.d.r.) ma abbiamo studiato per essere all’altezza. Lo scorso anno la nostra città ha ospitato il campionato italiano laser ed è pronta per i più piccoli. Al di là dell’aspetto puramente tecnico – prosegue – abbiamo pensato anche ad un’organizzazione di terra per gli accompagnatori degli equipaggi con diversi tour per far conoscere la nostra città. Sarà una vera festa per tutti”.

ferrarese_velista_anno

SIMONE FERRARESE – Proclamato Velista dell’Anno 2013 Under25

Ieri 18 marzo 2014 si è svolta a Villa Miani, Roma, la serata di premiazione della XXI edizione del “Velista dell’Anno” organizzata da Acciari Consulting. Simone Ferrarese è stato proclamato Velista dell’Anno 2013 (categoria Under 25) grazie alla storica vittoria alla Congressional Cup, in cui ha battuto in finale l’americano Ed Baird, vincitore dell’America’s Cup con Alinghi nel 2007.

Nelle altre categorie sono stati premiati Giancarlo Pedote come Velista dell’Anno 2013, Lanfranco Cirillo come Armatore dell’Anno 2013, B2 come Barca dell’Anno 2013 e Mario Caponnetto come Progettista dell’Anno 2013.

giro-di-boa420

Regata Nazionale Classi 420 e 470 buoni i risultati degli atleti del Circolo della Vela di Bari

Affollatissima la Regata Nazionale delle classi 420 e 470, organizzata dalla Lega Navale Italiana di Civitavecchia con l’ASD Pescatori Sportivi di Santa Marinella.
Gli equipaggi di 470 erano 35, mentre quelli di 420 erano 127. Molti i giovani provenienti da tutta Italia, parecchi gli equipaggi della V e dell’VIII Zona. Tra questi anche i 5 equipaggi del Circolo della vela di Bari, accompagnati dal l’istruttore Giordano Bracciolini.
In totale sono state disputate, per entrambe le classi, cinque prove su nove previste. Due sabato e tre domenica. Con la quarta prova è entrato anche lo scarto del risultato peggiore per ogni equipaggio, che ha rivoluzionato la classifica finale, su cui hanno inciso anche i risultati degli equipaggi giovanili che hanno preso le misure ed hanno ben regatato conquistando le posizioni più alte della graduatoria.
In entrambe le giornate gli equipaggi hanno regatato con un vento tra i 3 e i 7 nodi proveniente dal 4° quadrante, da ovest-nord-ovest. In particolare, nei 470 (5 prove), ha spiccato l’equipaggio femminile Sara Scotto di Vettimo – Vittoria Barbiero del CN Posillipo che con il terzo posto in classifica assoluta vince come primo equipaggio juniores e primo femminile. Il primo posto è andato agli ottimi Emanuele Savoini ed Enzio Savoini della LNI Genova e il secondo posto è andato a Simone Spina e Lorenzo Piccioni del CC Aniene, mentre il terzo come detto a Scotto – Barbiero del CN Posillipo.
Il primo Circolo con i primi tre equipaggi meglio piazzati è stato la Lega Navale Genova, mentre il fiocco messo in palio dal Partner della manifestazione è andato a Di Luggo – Giammattei del CV Posillipo.
Per il Circolo della Vela di Bari sono scesi in acqua Antonio Mocci e Vito Ambriola, alla primissima esperienza in classe olimpica a cui sono approdati solo quattro mesi fa, e hanno chiuso la regata al 18° posto, primi di zona a pari merito con l’equipaggio Michele Spinelli e Gaetano Volpe della LNI Bari.
Buona anche la prestazione dell’equipaggio Ilaria Ditonno – Isabea Carabellese, anch’esso alle prime battute in classe olimpica, che ha chiuso al 21° posto, 6° femminile.
Tra i 420 (5 prove), vittoria per le spagnole Carmen e Julia Davila, che hanno preceduto le triestine Carlotta Omari e Francesca Russo Cirillo (CN Triestino) e i ravennati Gianmaria Caiconti ed Edoardo Portoraro (CV Ravennate).
L’equipaggio del Circolo della Vela composto da Laura Longo e Laura Ambrosi ha chiuso al 44 posto, dopo una buona prima giornata (3° e 26°) che le vedeva in 19esima posizione assoluta e al 6° posto femminile. “La prestazione delle nostre atlete – ha commentato Giordano Bracciolini – è da considerarsi comunque buona, in linea con la loro crescita. Tra l’altro si confermano ancora una volta uno tra gli equipaggi migliori dell’VIII zona, con nostra grande soddisfazione. Gli altri equipaggi, Fabrizio Salatino – David Manzari e Martina Lattanzi – Ilaria Carofiglio – ha proseguito Bracciolini – alla loro prima esperienza in regate nazionali, hanno chiuso rispettivamente al 91° e al 101° posto. Per loro questa era una regata non di risultato ma di esperienza e di crescita e a noi va bene così”.
Archiviata l’esperienza di Santa Marinella, istruttore e atleti del Circolo già guardano ai prossimi appuntamenti. Per entrambe le classi il campionato zonale del 6 aprile presso il Circolo della vela, per i 420 c’è poi la Ranking List nazionale a Marsala dal 18 al 23 aprile, mentre per i 470 la prossima occasione di mettersi alla prova in una regata nazionale sarà la III Ranking List a Riva del Garda il 3-4 maggio

Giovedi 21 marzo 2014

italia_cup_senigallia_2013_02401

Seconda prova del Campionato Zonale Laser

Due prove decisamente impegnative hanno visto scendere in acqua i 13 equipaggi del Circolo della Vela di Bari iscritti alla seconda tappa del campionato zonale Laser organizzata dalla Lega Navale di Bisceglie. Gli atleti hanno regatato con una brezza leggerissima che non arrivava a sfiorare i sei nodi di intensità e con un salto da nord ovest a nord improvviso. Solo i più esperti sono riusciti a mettersi comunque in mostra con una conduzione della barca ben fatta, anche se molto impegnativa. Alla fine della giornata, infatti Davide Cuppone per la classe Laser standard si è classificato al primo posto, mentre Angelo Ostuni ha conquistato il secondo posto tra i Laser 4.7. “Oltre che per il primo posto di Davide, che per me era quasi prevedibile dato il poco vento – ha detto l’allenatrice Valeria Di Cagno -sono molto contenta per Angelo perché si nota il miglioramento nelle sue prestazioni dopo un buon periodo di allenamento. Gli altri 4.7 sono invece stati un po’ sfortunati per il salto di vento avvenuto dopo la partenza della prima prova e che li ha fatti girare la prima boa tra le ultime posizioni. Solo Ciro Basile è riuscito a recuperare nel corso della prova, arrivando sesto alla fine. A nulla è valso arrivare primo nella seconda regata. La sua classifica personale finale è risultata compromessa dalla partenza in anticipo alla seconda prova. Buono anche il risultato di Nicolò Gattagrisi, sesto nel 4.7, alla sua seconda regata in assoluto in classe laser. Per gli altri purtroppo non c’è stato nulla da fare. Peccato”.
Nemmeno il tempo di riposare un attimo che domani già si riparte per un’altro impegno. Stavolta si tratta dell’Italia Cup a Diano Marina a cui parteciperanno Carlo Siciliani per i Laser standard, Angelo Ostuni per i Laser 4.7 e Davide Cuppone per i Laser Radial. Proprio per Davide si tratterà di un battesimo di fuoco. Si tratta, infatti, della sua prima regata davvero importante per la stagione 2014 perché solo dai risultati che farà a Diano Marina e  all’Europa Cup a Malcesine tra fine aprile e i primi giorni di maggio si capirà se sarà riuscito ad entrare nella squadra nazionale e indossare la maglia azzurra.

Mercoledi 19 marzo 2014