GIUSEPPE D’AMATO TERZO AL PRIMO TROFEO INTERZONALE DI E-SAILING ITALIANO

Giuseppe D’Amato (Peppe D’Amato 470 ITA9) del Circolo Vela Bari è arrivato terzo a “Mille per una vela” il primo trofeo interzonale di e-sailing organizzato dalla Federazione Italiana Vela. Dopo aver sbaragliato la concorrenza di circa 1700 atleti iscritti da tutta Italia in batterie, ripescaggi e semifinali, il ventiseienne barese ha conquistato un posto per la finalissima a cui avevano accesso solo 10 concorrenti più quattro campioni Azzurri e cinque di Luna Rossa Prada Pirelli che, nascosti sotto uno pseudonimo di un grande navigatore della storia, sono entrati in gara solo per la finalissima.

Giuseppe, studente di ingegneria e istruttore del CV Bari per la classe optimist, ha conquistato il terzo posto alle spalle del sedicenne nativo digitale Luca Coslovich (nickname SNPJ Luca56124), bronzo mondiale e-sailing in carica, e di Filippo Lanfranchi (Velista71), campione mondiale in carica, arrivato secondo nella manifestazione della Federazione.

Le regate sullo schermo hanno confermato dunque che sui campi di Virtual Regatta gli equilibri possono cambiare. I vari big come Ruggero Tita, Max Sirena, Francesco Bruni, velisti che in acque reali nessuno vorrebbe avere come rivali, hanno sofferto contro gli esperti della vela elettronica, nonostante molti degli aspetti tra i due sport siano assai simili (l’importanza della partenza, la capacità di leggere il vento, la tattica, le manovre, le regole). 

“Innanzi tutto voglio ringraziare quelli che hanno lavorato per l’organizzazione e la riuscita di questa iniziativa che ci ha impegnato per diversi giorni facendoci quasi dimenticare la quarantena – commenta Giuseppe -. Abbiamo regatato contro campioni di America’s Cup e atleti Azzurri, velisti che è difficile incontrate sui campi di regata normali ed è stata una bella emozione. Non capita tutti i giorni di regatare con velisti come loro, né tantomeno di poterli battere, anche se solo su campi virtuali. Confesso che anche il pre e il post regata è stato molto bello con la possibilità di confrontarci. Inoltre – prosegue – è stato molto bello incontrare velisti da tutta Italia e rinsaldare legami che si erano allentati per le diverse strade intraprese. Adesso pensiamo al futuro e alle prossime regate che ci aspettano”.

E infatti Giuseppe già si sta preparando per il prossimo appuntamento in programma con la LIVe-sailing Club Championship in programma il prossimo 2 maggio sulla piattaforma Virtual Regatta. Si tratta del campionato di vela virtuale proposto dalla Lega Italiana Vela per mantenere viva la passione dei velisti e dei club velici verso il mare e lo sport. Una formula nuova per l’e-game dove il risultato del singolo giocatore contribuisce a far salire in classifica il club. Venti gli atleti del Circolo della Vela Bari che si sono sfidati in una selezione online interna sulla piattaforma per definire il team di tre atleti che parteciperà al campionato per club per difendere i colori del circolo già detentore del titolo italiano e di quello europeo LIV. Non è una sorpresa quindi vedere in squadra Peppe D’Amato insieme ad Alfonso Palumbo, 16 anni, studente allo scientifico e atleta di 29er e Claudio Arborea, 31 anni, velista di lungo corso con una brillante carriera alle spalle e vincitore due anni fa della Palermo Montecarlo.

Related Posts